Lazio, Ripert aspetta ordini. Ma la squadra vuole tornare in campo

Il preparatore atletico della Lazio si è espresso sulla preparazione della squadra, sugli allenamenti fatti in casa e sulla ripresa.
22.03.2020 08:15 di Elena Bravetti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
Lazio, Ripert aspetta ordini. Ma la squadra vuole tornare in campo

In attesa che arrivi l’ok per tornare a lavorare in quel di Formello, i giocatori della Lazio continuano a svolgere i compiti assegnati da Fabio Ripert, preparatore atletico della squadra che, in questo momento, assiste ‘a distanza’ i muscoli dei giocatori. Il prof., come riporta la rassegna stampa di Radiosei, ha tranquillizzato chi pensa che questo lungo periodo di stop possa causare nei giocatori uno squilibrio psicofisico: “Il tono muscolare non si perde, si può mantenere a un buon livello. Si possono perdere accelerazione, capacità di decelerare, elasticità nei cambi di direzione. Ma i muscoli, come dicevo, hanno memoria”. Sulla possibilità che, già in settimana, il gruppo torni in campo, il preparatore ha spiegato che si stanno studiando allenamenti atletici distanziati per svolgere quegli esercizi che, in casa, sono condizionati.

LAVORO A CASA - Ripert spiega che sono state consegnate ai calciatori delle schede di lavoro, da fare più volte al giorno, anche di sera. Lo staff ha proposto vari tipi di allenamenti, per una durata totale di 60/70 minuti. Qualsiasi circuito casalingo, sottolinea però il preparatore, non permette di replicare la reattività muscolare che stimola il campo: “Mancano i gesti specifici, gli allunghi sui 30-40 metri, il raggiungimento di una velocità sopra i 25 chilometri orari. Si può effettuare un lavoro generale di mantenimento”. Tanti, però, si interrogano su quanto ci vorrà, una volta ripresi gli allenamenti, a tornare al massimo della condizione. Il prof. ha parlato di 2-3 settimane per riadattare il corpo, per carburare di nuovo, e 4-5 per raggiungere buoni livelli di preparazione.

INTERAZIONE - La squadra, intanto, si sente quotidianamente in una chat di gruppo, con lo scopo di valutare gli aspetti fisici e psicologici. E dai messaggi che si scambiano, si capisce, sottolinea Ripert, che “nei ragazzi c’è tanta voglia di tornare. Ora è giusto pensare alla salute, ma ci faremo trovare pronti per quanto potrà ricominciare questa fantastica avventura”.

Correa: "La Lazio è incredibile, sogno l'Argentina. Il mio idolo? Veron!"

Lazio, auguri social a Luiz Felipe: "Buon compleanno!" - FOTO

TORNA ALLA HOMEPAGE