Milinkovic e Cataldi: in due per un posto sulla trequarti

26.06.2016 08:24 di Lalaziosiamonoi Redazione   Vedi letture
Fonte: Federico Erdi - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Federico Gaetano
Milinkovic e Cataldi: in due per un posto sulla trequarti

Nell’Argentina utilizzava Veron, Aimar o Ortega, nel Cile preferiva Matias Fernandez, nell’Athletic ha dato spazio a Muniain, nel Marsiglia ha lanciato Payet. Sono stati questi i trequartisti usati dal Loco Bielsa nel suo 3-3-1-3, alla Lazio probabilmente punterà su due talenti grezzi. Come riporta la consueta rassegna stampa di Radiosei, il tecnico argentino dopo aver studiato le caratteristiche dei centrocampisti biancocelesti ha scelto: saranno Danilo Cataldi e Milinkovic-Savic a giocarsi il posto dietro le tre punte. Il primo classe ’94 e il secondo classe ’95, sono ormai stabilmente sulla rampa di lancio senza mai riuscire ad affermarsi, Bielsa può essere l’uomo giusto. I due giovani hanno mostrato qualità ma hanno ancora alcuni limiti da abbattere. Cataldi è romano, è laziale ed è cresciuto calcisticamente nella Lazio: se il buongiorno si vede dal mattino, può diventare una delle icone del club biancoceleste. L’anno scorso ha fatto bene, mettendosi in mostra nella seconda parte di campionato con ottime prestazioni, in questa stagione si è perso, ha fatto passi indietro rispetto al suo esordio e le sue caratteristiche principali non sono state espresse al meglio. È esploso in Serie A come mezz’ala, ha giocato da regista, nelle giovanili è nato tatticamente sulla trequarti e chissà se la svolta sarà proprio riportarlo lì, Bielsa ci sta pensando e l’ipotesi diventa sempre più concreta. Nonostante l’annata non buona della Lazio, Milinkovic ha saputo farsi conoscere: è un calciatore di qualità, quantità e gran fisico. Tutte componenti che potrebbero farlo arrivare a grandi livelli, la sua lacuna è sicuramente di livello tattico: è stato applicato da mezzala, centrocampista centrale, trequartista e a volte anche seconda punta, ora ha bisogno di trovare un ruolo. Troppe volte è sembrato spaesato all’interno degli schemi di Pioli, mentre nelle sette partite di Inzaghi ha giocato poco a causa di un infortunio, Bielsa potrebbe inserirlo in un nuovo contesto, metterlo in un ruolo e farlo adattare a posizioni e movimenti, per consacrarlo anche tatticamente. Il Loco e l’importanza del trequartista: Milinkovic e Cataldi si giocano un posto.