ANTEPRIMAVERA - Lazio-Torino: finalmente la fine

Pubblicato il 18/05 alle 01:00
19.05.2018 07:15 di Gabriele Candelori Twitter:    Vedi letture
Fonte: Gabriele Candelori - Lalaziosiamonoi.it
ANTEPRIMAVERA - Lazio-Torino: finalmente la fine

Ecco l’ultima dell’anno, finalmente verrebbe da dire. Ormai in casa Lazio non si aspettava altro: il 2018 è stato d’altronde un incubo con soli 5 punti conquistati in 15 partite e neanche l’ombra di un successo casalingo (l’unico a ottobre col Napoli). Forse a conti fatti la sconfitta maturata il 13 gennaio al ‘Grande Torino’ era stata già un campanello d’allarme perché altri 11 ko e un esonero dopo i biancocelesti si sono ritrovati in fondo alla classifica con 19 punti, addirittura 9 in meno del Bologna penultimo. Formazione granata che la squadra di Bonacina si ritroverà contro per gli ultimi 90 minuti della stagione. E i ragazzi di Coppitelli non evocano proprio un bel ricordo: quattro sconfitte nelle ultime quattro con due trofei persi nel 2015, lo Scudetto ai rigori e la Supercoppa ai supplementari. Stavolta la Lazio non avrà invece nulla da perdere. Già retrocessa da due giornate, è caduta nell’ultimo turno di campionato anche nel derby. “La retrocessione pesa come un macigno, ma mi aspettavo almeno una reazione”, ha confessato il tecnico bergamasco dopo il 3-0 coi giallorossi. Ora la parola fine darà l’occasione di fare le opportune valutazioni sul futuro, prima però l’ex Atalanta si attende un ultimo scatto d’orgoglio. Quello visto soltanto nella trasferta in casa dell’Inter.

MINA VAGANTE - Sette risultati utili di fila (sei vittorie e un pareggio) e anche una Coppa Italia alzata al cielo. Il Torino, da due settimane, ha già reso matematici quinto posto e play-off, ma può ancora sperare in un balzo in avanti. Addirittura nel terzo posto in caso di vittoria a Formello, sconfitta della Roma col Genoa e pareggio della Fiorentina col Sassuolo (con tutte e tre a 52 punti sarebbe favorito dalla classifica avulsa). Più facile, sempre grazie agli scontri diretti, puntare al quarto posto dei viola. “Credo che due mesi fa se qualcuno ci avesse detto che saremmo arrivati ai playoff da quinti in classifica e con due giornate di anticipo gli avrei dato del matto. Ora ci godiamo questo obiettivo, sappiamo di essere la mina vagante e proveremo a giocarcela con tutti”, le parole di un soddisfatto Coppitelli. Il tecnico granata recupererà anche Millico, out da fine febbraio per la lacerazione del menisco laterale. Il classe 2000 potrebbe anche affiancare in attacco dall'inizio Butic, autore di 29 reti in 39 gare stagionali. Altrimenti spazio a Rauti, a segno all’andata e al rientro dagli impegni con l’Italia Under 18. Squalificati invece Gilli e Celeghin.

L’ADDIO ALLA PRIMAVERA 1 - Sarà l’ultima volta in Primavera 1 per la Lazio, almeno da qui al prossimo anno. Il primo effettivo anno di riforma ha portato al verdetto più amaro e inatteso, condannando il primo club del ranking di categoria. Che ora spera almeno nella prima squadra per giocare la Youth League insieme alla seconda serie. Proprio contro Lulic e compagni giovedì è andato in scena un test in famiglia, l’ultimo prima della rifinitura. Non c'erano Bruno Jordao e Pedro Neto che si sono allenati tutta la settimana con Inzaghi e potrebbero anche essere non convocati. Assenti sicuri sia Rezzi che Miceli. Il capitano ha stretto i denti nel derby, prima di abbandonare il campo a inizio ripresa. La prossima settimana, dopo aver forzato il ginocchio, si opererà in artroscopia al menisco. Senza altri recuperi (squalificato Marchesi) la formazione sarà allora la stessa di Trigoria con gli inserimenti di Bari e Javorcic in mediana. In Inghilterra Armini, finalista agli Europei con l’Italia Under 17.

Lazio-Torino

30ª giornata del Campionato Primavera 1 TIM

Sabato 19 maggio, ore 15.00, stadio Mirko Fersini di Formello

LAZIO (3-5-2): Alia; Kalaj, Jorge Silva, Baxevanos; Spizzichino, Bari, Javorcic, Aliaj, Falbo; Maloku, Lukaj. A disp.: Furlanetto, Petricca, Spoletini, Battistoni, Francucci, Fidanza, Mohamed, Peguiron, Spurio, Cerbara. All.: Bonacina.

TORINO (4-3-1-2): Zanellati; Bianchi E., Ferigra, Capone, Valerio; De Angelis, D’Alena, Adopo; Kone; Millico, Butic. A disp.: Gemello, Trombini, Filinsky, Fiordaliso, Samake, Leveque, Oukhadda, Panaioli, Ruggiero, Borello, Rauti, Bianchi F. All.: Federico Coppitelli.

Arbitro: Francesco Meraviglia (sez. di Pistoia).

Assistenti: Lorenzo Li Volsi e Filippo Bercigli.