Tre nuovi progetti per la S.S. Lazio

17.07.2014 16:23 di Alessandro Pizzuti  articolo letto 12897 volte
Fonte: S.S. Lazio generale
Tre nuovi progetti per la S.S. Lazio

Oggi giovedì 17 luglio 2014 alle ore 18.45, nella splendida cornice del Circolo Canottieri Lazio, in Lungotevere Flaminio n. 25 – nell’ambito di una manifestazione indetta dalla Presidenza Generale, al termine di una stagione sportiva significativa (su tutte la vittoria di Scudetto e Coppa Italia da parte della S.S. Lazio Calcio a 5 Femminile) – saranno varati tre Progetti:

a)     AQUILIFER: da Bruxelles – sede dell’Unione Europea e dove presso il Cimitero Ixelles riposa il fondatore della Società Podistica Lazio, Luigi Bigiarelli – si convoglierà una organizzazione di raccordo, della quale potranno entrare a far parte tutti i laziali che vivono fuori dal territorio nazionale.

b)     CONSULTA DELLE ARTI E DELLE SCIENZE: Presieduta dal Prof. Giuseppe De Rita, presidente del Censis, coagulerà tutte le migliori risorse intellettuali, facenti capo al mondo biancocelesti (dal campo della medicina, alla letteratura, all’alto giornalismo).

c)     ASSOCIAZIONE ANTICHI ATLETI DELLA S.S. LAZIO: accoglierà nelle proprie fila le decine di migliaia di ragazze e ragazzi di tutte le discipline sportive, che un tempo hanno indossato con orgoglio e difeso con onore i colori biancocelesti.

Presidenti Onorari: Uber Gradella, veterano dei calciatori laziali; Giulio Glorioso, stella del baseball nazionale e campione d’Europa nel 1954, e Giancarlo Guerrini, campione olimpico di Pallanuoto a Roma 1960.

Presidente: Salvatore Gionta, anche lui medaglia d’oro nella Pallanuoto a Roma 1960.

Vicepresidenti: i vincitori dello scudetto di calcio 1974, Pino Wilson e Felice Pulici.

Imponente la presenza della componente femminile: dalle campionesse di nuoto Daniela Beneck, Paola Saini e Manuela Melchiorri all’ex calciatrice Maura Furlotti (500 presenze e 4 scudetti con la S.S. Lazio Calcio Femminile, 100 presenze in maglia azzurra); dalla campionessa del Softball Alessandra Cirelli (6 scudetti tra l’82 e il ‘91 e una Coppa dei Campioni) a Gabriella Bascelli, grande esponente del canottaggio femminile italiano.