Lazio, Acerbi vede rosso: "Chiedo scusa alla squadra, il record interrotto è solo un punto di partenza" - Ft

21.01.2019 07:50 di Annalisa Cesaretti Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Lazio, Acerbi vede rosso: "Chiedo scusa alla squadra, il record interrotto è solo un punto di partenza" - Ft

Se fosse dipeso solamente dalla sua volontà, probabilmente il record si sarebbe protratto ancora a lungo. Ma un cartellino rosso è invalicabile anche per chi, come Acerbi, ha l'ostinazione che serve per superare ogni ostacolo. L'espulsione rimediata contro il Napoli, infatti, lo costringe a interrompere la scia di presenze consecutive iniziata nell'ottobre del 2015. Contro la Juventus il difensore non ci sarà. È proprio il caso di dirlo, la parola fine arriva proprio sul più bello. Dopo 13390 minuti trascorsi in campo - da quando ancora indossava la maglia del Sassuolo a oggi - Acerbi dovrà seguire una delle partite più importanti dell'anno dalla tribuna. Ha risposto presente ben 149 volte e contro la capolista dovrà fare un passo indietro non potendo eguagliare o superare Zanetti che si era spinto fino a 162 gare (13 presenze in più del biancoceleste, ndr). Ma chi conosce le leggi della giungla lo sa: un leone arretra solamente per prendere la rincorsa. Il suo messaggio è chiaro: "Chiedo scusa per aver lasciato i miei compagni in 10 in un momento così difficile della partita", scrive su Instagram. Poi alza la criniera e continua: "Le 149 partite consecutive giocate fino ad oggi devono essere solo il punto di partenza da cui ripartire".