Sassuolo - Lazio: De Zerbi presenta la sfida. E si complimenta con Inzaghi...

Roberto De Zerbi ha parlato della sfida con la Lazio e di come ci arriva il suo Sassuolo. Ecco la sua intervista sui biancocelesti.
21.11.2019 06:35 di Francesco Mattogno Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Sassuolo - Lazio: De Zerbi presenta la sfida. E si complimenta con Inzaghi...

Sassuolo - Lazio è alle porte. De Zerbi contro Inzaghi, la sfida si rinnova. La scorsa stagione sono arrivati due pareggi, quest'anno i biancocelesti hanno il dovere di continuare a vincere. Si cerca il quinto successo consecutivo, anche se dalle parti del Mapei Stadium non saranno d'accordo. Come riporta la rassegna stampa di Radiosei, il tecnico dei neroverdi si è detto un po' amareggiato per l'aver perso troppi punti per strada. Tra infortuni e cali d'attenzione, gli emiliani per ora hanno intrapreso un percorso in difetto rispetto alla stagione d'esordio di De Zerbi in panchina. Proprio prima della sosta, però, il Sassuolo ha trovato la quadratura del cerchio battendo il Bologna del derby. Per l'ex Benevento può essere la svolta della stagione, ma ora c'è la Lazio. Da affrontare senza Berardi, ma con un Caputo on fire e Boga pronto a far pendere l'ago della bilancia dalla sua parte. De Zerbi ci crede, anche se dei biancocelesti teme soprattutto l'abilità sui calci da fermo e dei singoli: “Se la Lazio non è la squadra più forte da calcio piazzato, poco ci manca”. Acerbi? Gli sarebbe piaciuto allenarlo. Anche se - a ragione - De Zerbi pensa che i pericoli principali della squadra di Inzaghi siano rappresentati dal quartetto Luis Alberto-Milinkovic-Correa-Immobile. E se quest'ultimo può diventare capocannoniere, la Lazio può arrivare in Champions League: “Sì, credo sia l'anno giusto” - dice De Zerbi - “Ma ci sono già andati vicini due stagioni fa, mentre lo scorso anno hanno vinto la Coppa Italia. La Lazio è da tempo ad alti livelli, non dimentichiamolo. Inzaghi ha tanti meriti, a Roma le pressioni sono sempre molto forti”. E per domenica il tecnico del Sassuolo predica coraggio, niente paura. La Lazio è una squadra in grado di schiacciare il proprio avversario e di fare male anche in ripartenza, i neroverdi cercheranno di contrastarla con le proprie armi: bel gioco e organizzazione di squadra.

CALCIOMERCATO LAZIO, TARE SPINGE PER MURIQI GIA' A GENNAIO

LAZIO, LE ULTIME DA FORMELLO

TORNA ALLA HOMEPAGE

Pubblicato il 20-11 alle 11.10