Calciomercato Lazio | Dall'Argentina: "Nel mirino il pupillo di Riquelme"

22.11.2023 16:00 di Niccolò Di Leo Twitter:    vedi letture
Calciomercato Lazio | Dall'Argentina: "Nel mirino il pupillo di Riquelme"

Il mercato di gennaio dista ancora un mese, ma le prime indiscrezioni iniziano a circolare intorno all'ambiente Lazio. Il futuro di Gila è uno degli argomenti al centro delle discussioni in quel di Formello. Il centrale spagnolo è finito nel mirino del Granada, potrebbe trasferirsi in patria per trovare spazio e rilanciare una carriera che oggi vive una fase di stallo. La società non si sarebbe opposta a questa ipotesi, ma solo a patto di riuscire a individuare un sostituto per non perdere elementi dal punto di vista numerico, oltre che qualitativo. In questo senso ha preso quota la pista che porta a Gian Marco Ferrari del Sassuolo, come raccolto in esclusiva dalla nostra redazione, ma non sarebbe l'unica.

VALENTINI Secondo quanto riporta bocanoticias.com, infatti, ad aver attirato l'interesse della Lazio sarebbe stato anche il giovane Nicolàs Valentini. Di proprietà del Boca Juniors, il futuro del classe 2001 sarà deciso nei prossimi mesi. Il suo contratto in scadenza nel 2024 costringe gli Xeinezes a trovare al più presto una soluzione, con il vice presidente Riquelme che non vorrebbe rinunciarci così facilmente. Titolare nell'ultima finale di Copa Libertadores, in questa stagione l'argentino si è messo in mostra per il suo grande potenziale, oltre che per le qualità già sviluppate nelle sue quasi 100 presenze nel campionato argentino, al punto che la stessa Nazionale Italiana si sarebbe fatta avanti per una possibile nazionalizzazione del calciatore.

UN PROFILO CONVENIENTE - La società biancoceleste ci starebbe riflettendo. Valentini rappresenta un profilo ottimo dal punto di vista economico (il suo valore a gennaio calerebbe, data la scadenza ravvicinata) e le sue caratteristiche sembrerebbero coincidere con il difensore tipo cercato da Sarri. Alto 1,87 centimetri e sinistro di piede, rientrerebbe nel gioco delle coppie, garantendo al tecnico di avere due centrali di piede destro e altrettanti mancini. Sarebbe il sostituto naturale di Romagnoli e potrebbe crescere formandosi alle spalle dell'ex Milan. A questi fattori si aggiunge anche la possibilità di tesserarlo liberamente, quindi senza occupare uno slot per gli extracomunitari, per la sua doppia cittadinanza italo-argentina