Lazio, dalla Francia: “Il PSG vuole Inzaghi, Milinkovic e Marusic”

Stando a quanto riportato da L'Equipe, il ds del PSG, Leonardo, avrebbe adocchiato tre gioielli di casa Lazio. A partire da Inzaghi.
22.02.2020 10:45 di Francesco Mattogno Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Lazio, dalla Francia: “Il PSG vuole Inzaghi, Milinkovic e Marusic”

E ci risiamo. Barcellona, Juventus... ora anche il Paris Saint-Germain. Questa Lazio ha attirato su di sé l'interesse dell'élite del calcio europeo, e quindi mondiale. Specialmente nella figura del suo mister, Simone Inzaghi, adocchiato da una vecchia (nemmeno troppo) conoscenza della Serie A. Si tratta del direttore sportivo del PSG, Leonardo. Scontento di Tuchel e attirato dall'idea di far sedere sulla propria panchina l'attuale tecnico biancoceleste. Lo riporta L'Equipe, che spiega come - a prescindere dall'esito di questo campionato - ci sia aria di rivoluzione in terra parigina. La dirigenza è scontenta dell'attuale guida tecnica, e per questo avrebbe dato compito a Leonardo di cercare un sostituto per la prossima stagione. L'ex Milan dev'essersi già portato avanti col lavoro perché, secondo il quotidiano transalpino, Inzaghi e il ds del PSG si sarebbero incontrati amichevolmente a inizio febbraio, a Roma.

INZAGHI, MA NON SOLO - Ma Inzaghi rappresenterebbe solo il primo tassello del nuovo corso. Con lui lo sceicco Nasser Al-Khelaïfi vorrebbe portare all'ombra della Tour Eiffel anche altri due prodotti di casa Lazio. Il primo, più pregiato, è stato per anni la brama inarrivabile di tantissimi top club europei. Milinkovic, ovviamente. La cui valutazione, per il presidente Lotito, non è mai scesa sotto le tre cifre. Ma i soldi non sono un problema per il PSG, e L'Equipe riporta che in Francia sarebbero ben disposti a spendere 100 milioni per il Sergente. Che non è l'unico nel mirino, si diceva, perché anche Marusic sarebbe un osservato speciale degli emissari parigini. Presenti all'Olimpico per visionare lui e Milinkovic durante Lazio - Inter. Comunque, le cose non cambieranno dall'oggi al domani. Il club biancoceleste ha sempre resistito dinnanzi a offerte importanti, pur di tenersi stretto i propri oggetti pregiati. La scorsa estate si è optato per la continuità, per il progetto, e questa stagione sta ripagando con gli interessi la politica societaria. A fine anno si parlerà del futuro. Ora tutta la Lazio - dirigenza, allenatore e giocatori - è concentrata solo sul dare il massimo per arrivare in Champions League e, forse, puntare a qualcosa in più.

LAZIO, CONTROLLI ALLA COSCIA PER PAROLO

ITALIA, ARMINI CONVOCATO PER UNO STAGE CON MANCINI

TORNA ALLA HOMEPAGE