Lazio, Immobile è re pure in Champions: gol, assist e numeri migliori dei top

Un gol per aprire le danze, un assist per chiuderle: Immobile ha giocato una super partita, dimostrando di essere attaccante da grandi competizioni.
21.10.2020 07:30 di Marco Valerio Bava Twitter:    Vedi letture
Fonte: MarcoValerio Bava-Lalaziosiamonoi.it
© foto di www.imagephotoagency.it
Lazio, Immobile è re pure in Champions: gol, assist e numeri migliori dei top

S’è rimesso in testa la corona, ha ribadito chi comanda in faccia al ragazzino terribile, a quell’Haaland da tutti osannato come il futuro del calcio mondiale, alla faccia dei giornalisti tedeschi che l’avevano dipinto come il peggior acquisto nella storia del Borussia Dortmund. Ciro Immobile ha messo tutti in riga, ha cancellato le critiche, ha ribadito la sua importanza per la Lazio. Un gol, quello che ha sbloccato la partita, un assist per il gol che la partita l’ha chiusa. È stata anche la notte di Ciro, soprattutto la notte di Ciro. È tornato a giocare in Champions League dopo cinque anni, l’ultima apparizione era datata il 3 novembre del 2015, 26 minuti nella sconfitta interna del Siviglia contro il Manchester City. Poi più nulla. Il passaggio alla Lazio e il lungo inseguimento alla competizione più agognata, fino al ritorno proprio contro il Borussia Dortmund, contro quella squadra con cui in Champion aveva giocato e segnato. Proprio in questa competizione, Immobile aveva fatto le cose migliori in Germania, segnando quattro gol in sei presenze. 

BOMBER DA CHAMPIONS - Non bastarono per rilanciare i gialloneri, arrivati a un momento di rottura, alla fine del ciclo Klopp. In biancoceleste ha ritrovato la sua dimensione Ciro, è tornato protagonista, s’è ripreso tutto. La Lazio l’ha messo al centro della sua ricostruzione, di un progetto di rilancio nato nell’estate del 2016 e culminato nel ritorno in Champions. Contro il Borussia è stata notte da sogno, notte da re. Immobile ha risposto alle critiche che gli erano piombate addosso dopo il gol sbagliato in Italia-Olanda, ha ribadito d’essere attaccante che in certe competizioni si trova a meraviglia. Lo dicono i numeri. Immobile ha giocato, con quella di stasera, 11 gare in Champions e segnato cinque gol, servendo anche due assist. A fare impressione è soprattutto il rapporto minuti giocati/gol segnati: Ciro è stato in campo per 480’ in Champions, ha quindi realizzato una rete ogni 80’. Numeri importanti, rapporto gol segnati/minuti giocati migliore di quello di Messi che segna un gol ogni 102’ e di Ronaldo che si ferma a un gol ogni 113’. Immobile in Champions non solo ci può stare. Ma ci deve stare. La competizione più adatta alla scarpa d’oro europea, a uno degli attaccanti più forti in circolazione. E Immobile continua a scalare la classifica all-time dei marcatori biancocelesti. Sono 127, agganciato Signori al secondo posto. Ciro è il re, non sia mai messo in discussione. 

Pubblicato il 21/10/2020 ore 1:00

TORNA ALLA HOME PAGE

LAZIO, SEI GRANDE TRA LE GRANDI: BVB SCHIANTATO 3-1

LAZIO, IMMOBILE: "VITTORIA EMOZIONANTE"