Lazio, strigliata di Lotito, Tare e Peruzzi: a giugno sarà rivoluzione

Pubblicato il 23/04 alle ore 08.05
24.04.2019 07:18 di Lalaziosiamonoi Redazione   Vedi letture
Fonte: Francesco Mattogno - Lalaziosiamonoi.it
Lazio, strigliata di Lotito, Tare e Peruzzi: a giugno sarà rivoluzione

Un atteggiamento incomprensibile, quello del sabato pre-pasquale di una Lazio che contro il Chievo ha lasciato punti e speranze di Champions League. Per tutti in dirigenza, oltre che per Inzaghi, è stata l'occasione per strigliare la squadra e chiedere massimo impegno fino al 26 maggio, giorno in cui terminerà il campionato. Lo riporta la rassegna stampa di Radiosei, a Pasqua ci hanno pensato Tare e Peruzzi, ieri mattina il presidente Lotito. I primi due, da ex giocatori, hanno provato a colpire duramente nell'orgoglio uno spogliatoio che appare disorientato e senza mordente. Lotito invece, come anticipato ieri, è passato dalle parole alle promesse: se da qui a fine stagione la Lazio dovesse ripetere nell'approccio e nell'impegno la partita dello scorso sabato, allora ci sarà una punizione. Gli allenamenti andranno avanti fino a giugno, a campionato finito, e sarà il preludio di una rivoluzione che non risparmierà nessuno. Dai big, ai senatori, probabilmente la rosa che finirà questa stagione verrà per gran parte stravolta all'inizio della prossima. Manca quella mentalità vincente che faccia evitare di perdere punti agevoli come nelle ultime giornate, non ha saputo imparare dai propri errori la squadra di Inzaghi. Il mister però, verrà risparmiato dall'epurazione estiva: per lui il prossimo anno sarà quello della consacrazione o dell'addio, il suo contratto scade nel 2020. Il tempo dirà se le strade di Simone Inzaghi e la Lazio si separeranno o meno al termine di quella data.

MILAN-LAZIO, ECCO L'ARBITRO DELLA SFIDA

CALCIOMERCATO LAZIO, TARE SEGUE IMAMOGLU

TORNA ALLA HOMEPAGE